Monterotondo vince con il carattere, si arrende anche Campagnano

esultanza volley team

La Volley Team Monterotondo getta il cuore oltre l’ostacolo e con fatica batte 3-2 Greencampagnanokronosnella 9° giornata del campionato di Serie D. Una vittoria di carattere e personalità, davanti ad una squadra forte e in serata di grazia. Gli ospiti si presentano a Monterotondo forti di 5 vittorie e tre sconfitte stagionali contro Volleyball Santamonica, Civita e Fiumicino e disputano una gara quasi perfetta. I gialloblù scendono invece in campo da imbattuti, gli unici insieme a Fiumicino e Civitavecchia.

La gara inizia subito in salita, con Greencampagnano avanti 0-4, poi grazie ai buoni attacchi delle bande Marsano e Cesarini la Volley Team si rialza. La buona difesa degli ospiti mantiene in risultato in equilibrio, ma Monterotondo fa capolino per la prima volta sull’11-10 e rimarrà in vantaggio fino al termine del set grazie ad un super Martinoia: il capitano mette giù gli ultimi 5 punti e fa esultare i padroni di casa. Nel secondo set la luce però si spegne e gli avversari crescono di ritmo e intensità. A metà parziale la Volley Team è sotto 6-13 a causa di errori in battuta e di posizionamento. Martinoia tiene a galla i suoi, che recuperano fino al 10-14, ma è un fuoco di paglia: il palleggiatore ospite non sbaglia nulla, l’opposto appare indifendibile e la ricezione vacilla.Monterotondo perde il 2° set 15-25.

La vittoria dà entusiasmo e coraggio a Greencampagnanokronos, che si gasa e vola sulle ali dell’entusiasmo. 3-10 è il massimo vantaggio ospite e quando i ragazzi di Pozza si svegliano è troppo tardi: a nulla servirà la rimonta fino al 13-16, anzi lo sforzo fisico si fa sentire e i muri di Petroni non risolvono la situazione. Una piccola reazione arriva ancora sul 16-22, ma gli avversari chiudono avanti 19-25. Ad un passo dal traccollo, Monterotondo si rialza e torna a giocare, punto su punto, attacco dopo attacco. Come conseguenza naturale crescono la difesa e il muro, mentre sale in cattedra il palleggiatore Marcelli, vero trascinatore della squadra. De Gattis entra al posto di Marsano, poi il giovane classe ’00 torna in campo per l’infortunio di Cesarini. Sugli scudi, come nelle scorse gare, un ottimo De Gattis, vero jolly a disposizione di Luca Pozza e carta vincente utilizzabile nei momenti di difficoltà. Dopo il massimo vantaggio 17-11, gli ospiti risalgono, ma è proprio De Gattis a scrivere la parola fine sul set, siglando gli ultimi 4 punti del 25-19 finale.

Si arriva al tie breack con motivazioni diverse, ma ancora tanto equilibrio. L’ottima difesa di Spagnoli e gli attacchi di Martinoia e De Gattis tengono avanti Monterotondo di quel tanto che basta, ma Campagnano rimane attaccata e non molla. A fare la differenza ancora Marcelli, che vince la sua personale sfida contro il pari ruolo avversario e rompe finalmente l’equilibrio. Monterotondo vince 15-13, dando il via alla festa in campo ed in panchina. In un colpo solo 9° vittoria consecutiva e la scoperta di un gruppo sempre più unito. Il carattere c’è e si presenta proprio quando il gioco vacilla: è il segnale di una squadra che vuole arrivare lontano.

Ufficio Stampa Volley Team Monterotondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *