Serie C. Una grande rimonta per ripartire: Monterotondo batte 3-2 Pomezia

serie-c-pomezia

SERIE C – Davanti ad una grande cornice di pubblico la Volley Team Monterotondo torna grande e vince una partita dai due volti. Apatico e deludente il primo (sotto 0-2), straordinario il secondo, con una rimonta che rimarrà ben impressa nella mente e nel cuore dei granata. Vince 3-2 la Volley Team e porta a casa due punti meritati che la rilanciano in classifica, a 8 giornate dalla fine del campionato.

DUE SET DI BUIO – Mister Savino Guglielmi schiera Marcelli palleggiatore, Martinoia opposto, Santi e Marsano schiacciatori e Orlando-Petroni al centro; il libero è Spagnoli. Di Eduardo sceglie Mignogna in palleggio, Casagrande opposto, Labardi e Savioli bande, Silvestri-Kosecki al centro e Salustri libero. Il primo set è combattutissimo. Palla su palla le due squadre si contrastano, scappano una volta a testa e poi si riprendono, fino a che l’inseguimento prende la strada di Pomezia, con il club ospite che porta a casa il set 24-26. Il contraccolpo psicologico per Monterotondo è forte, tanto che la squadra di Guglielmi inizia a sbagliare troppo, anche nei fondamentali, servendo a Pomezia una occasione irripetibile: portare a casa anche il secondo set. E così avviene: a metà parziale i pontini conducono 8-14, poi la Volley Team ha uno scatto d’orgoglio, ma è tardivo. Il set termina 22-25.

serie-c-pomezia-2

LA RINASCITA – Nel terzo parziale Martinoia e compagni si scuotono e raddrizzano le cose. Marcelli trova sempre il compagno più libero dal muro avversario, Petroni al centro inizia a dominare con i suoi primi tempi e Santi mette giù tutti i palloni che tocca. Finisce 25-22, il pubblico si scalda e la partita è riaperta. Il quarto set vive su questa scia emotiva e in campo c’è solo una squadra: la Volley Team Monterotondo. Di Eduardo prova qualche cambio, ma le azioni eretine sono quasi tutte efficaci. Al primo time-out chiamato da Pomezia il parziale è di 12-5. Pomezia prova a giocarsela, ma Monterotondo inizia a colpire gli avversari nei suoi punti deboli, facendo funzionare bene il sistema muro-difesa e mettendo a nudo una retroguardia avversaria che invece è tutto tranne che irresistibile. Psicologicamente il set finisce quando la Volley Team si porta fino al +10 (20-10), poi da lì è tutto in discesa fino al 25-13.

VITTORIA AL TIE-BREAK – Il tie-break inizia meglio per Monterotondo, che apre con un incoraggiante 5-2. Il muro di Santi porta gli eretini sul 6-2 e costringe Di Eduardo a cambiare palleggiatore (fuori capitan Mignogna e dentro Tassi). Intanto Martinoia diventa un fattore in battuta e con l’ace del 7-2 fa chiamare time-out a Pomezia. Gli ospiti però non mollano e controbattono con un gran bel carattere, portandosi sul 9-5 e rimanendo incollati al match ricucendo fino a -3 (11-8). Santi però è un uragano nel finale e non c’è più partita. Finisce 15-9 ed è una vittoria liberatrice, perché dopo 3 sconfitte Monterotondo torna ad esultare e a muovere la classifica. Un successo del gruppo, cercato e voluto, ottenuto con un grande carattere.

LA PARTITA

Serie C, 18° giornata: Volley Team Monterotondo – Volley Pomezia 3-2 (24-26 / 22-25 / 25-22 / 25-13 / 15-9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *