La capolista Monterotondo vola: a Tuscania arriva il 15 su 15

img_5922

Quella di Monterotondo è una marcia straordinaria. Un sogno a occhi aperti, un ruolino di marcia che non ha eguali nella storia del volley eretino. E pazienza se la squadra di Savino Guglielmi, stavolta, non è stata brillante come al solito. Dalla trasferta di Tuscania sono arrivati altri tre punti dopo uno 0-3 più complesso del previsto, un successo che non interrompe la striscia di 15 partite e 15 vittorie. Tutto questo in una giornata in cui anche la classifica sembra assumere toni più delineati: SG Volley Roma ha battuto la terza forza del campionato Isola Sacra 1-3, restando a -2 dai granata (i romani hanno perso solo una volta, proprio contro la Volley Team) ma facendo allontanare proprio i litorali dalla vetta che per loro adesso dista 9 punti. Ora c’è una coppia che vola e, con tutta probabilità, sarà questo il testa a testa che infiammerà il finale di stagione.

Tornando alla partita di Tuscania, Monterotondo ha vinto 0-3 superando l’ostacolo dei viterbesi, ultimi a 1 punto ma combattivi come non mai. I granata, in formazione tipo ma ancora orfani del giovane talento Marsano, si sono aggrappati con le unghie e con i denti alle loro certezze: la grande qualità in palleggio di Pietrangeli e le bordate in attacco della coppia Santi-Martinoia, con l’aggiunta di uno Spagnoli decisivo in difesa. La formazione eretina è partita bene, ma ha capito fin da subito che non sarebbe stata una passeggiata: i giovani di Tuscania giocano bene il cambio palla e restano sempre incollati nel punteggio, facendo venire il classico “braccino” alla squadra di Guglielmi. I primi due set finiscono entrambi 22-25, ma la prestazione di Martinoia e compagni è a dir poco opaca. La scintilla non scatta mai e la partita è equilibrata; quasi non sembra di veder giocare la prima della classifica, imbattuta, e l’ultima, sempre battuta. Monterotondo però sa soffrire e reagisce al momento giusto, regalandosi due finali di parziale di assoluto livello. È grazie a questa impennata che la paura di non farcela diventa uno 0-2 rassicurante, quasi da pericolo scampato. Meglio il terzo set, quando cala la foga dei biancoblù e i granata iniziano a gestire. Il match si chiude sul 20-25, con la capolista che ritrova le sue certezze con Tomei-Grippo a dominare al centro.

A fine gara un critico Savino Guglielmi analizza così la gara: “Salviamo sicuramente i tre punti, ma possiamo e dobbiamo fare di più. È stata una partita difficile. Gli avversari sono stati bravi e ci hanno dato una bella lezione di umiltà che a noi serve per rimanere concentrati. Testa alle prossime gare, il risultato della partita tra Isola Sacra e SG Volley Roma ci ha detto che i nostri avversari non molleranno di un centimetro.  Ogni partita sarà una guerra sportiva e tutti contro la capolista vorranno fare un figurone. Dobbiamo aspettarcelo e lavorare ancora di più”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *