Giocare insieme non è mai stato così meravigliosamente inclusivo

img_5777

“Io vorrei fare pallavolo per tutta la vita”. Nelle parole di Anisa, ragazza de Il Pungiglione, c’è l’essenza di un progetto di inclusione sociale che nella mattinata di giovedì 29 marzo ha vissuto uno dei momenti più emozionanti degli ultimi due anni. La Volley Team Monterotondo ha organizzato una partita integrata insieme alle persone con disabilità di tipo intellettivo-relazionale, nell’ambito di un progetto avviato nell’ottobre del 2016 con “Il Pungiglione Cooperativa Sociale”. Una vera gara, in squadre miste insieme ai ragazzi e alle ragazze del settore giovanile granata, con il pubblico sugli spalti, lo speaker e le interviste nel post partita. Giocare insieme non è mai stato così meravigliosamente inclusivo.

img_5638
La squadra rossa
img_5640
La squadra viola

Marianna, Luca, Sharon e Beatrice nella squadra rossa, allenata da Emiliano De Gattis; Giovanni, Giorgia, Natalia e Anisa in quella viola, guidata da Francesca Ballini. Gli atleti della Volley Team Diletta Massimini, Lorenzo Fatucci, Irene Bello, Andrea Biacino, Samuele Ebano, Manuel Carnicelli e Andrea Dottori si sono suddivisi equamente nelle due squadre e ne è uscito un match divertente ed equilibrato che è terminato 1-1. Tanti i protagonisti: Maira, ragazza del centro, avvertiva un dolore al piede e si è trasformata in segnapunti ufficiale; il direttore generale Mauro Ebano ha fatto l’arbitro, il direttore tecnico Laura Storno e l’operatrice de Il Pungiglione Irene Ricciardi hanno invece svolto il ruolo di dirigenti, mentre Manuele Martinoia, capitano della Serie C, si è inventato nei panni di vice allenatore della formazione viola. A fine gara Tonino Di Natale ha offerto a tutti la colazione, dimostrandosi ancora una volta oltre che un amico, una persona dalla straordinaria sensibilità.

img_5674

Dopo il ritiro delle colombe di Pasqua come premio e la foto di rito, il dt Laura Storno è stata intervistata dal gruppo comunicazione della cooperativa, ragazzi che sognano di diventare giornalisti: “Siamo felici per quello che abbiamo visto oggi – ha dichiarato Laura – è stata una mattinata di festa. Grazie alla pallavolo abbiamo creato un bellissimo legame con queste persone a cui vogliamo davvero bene. “Giocare insieme” è un progetto a cui teniamo molto, crediamo con tutta la nostra forza che il volley sia uno straordinario strumento educativo e che possa avvicinare le persone, esaltando le diversità come un punto di forza e non come un limite”. L’idea di far svolgere, ogni giovedì mattina, un’attività motorio-sportiva come la pallavolo a ragazzi e ragazze con disabilità di tipo intellettivo-relazionale che frequentano il centro socio-educativo del Pungiglione “il Funambolo” si è rivelata vincente. Credere che la rete sia l’unica barriera possibile in uno sport come il volley non è solo uno slogan. E’ la mission di una società sportiva da sempre attenta al sociale come la Volley Team Monterotondo.

img_5771

Le foto nell’articolo sono di Stefania Postiglione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *