Serie C. La legge del palazzetto: Monterotondo doma il Green Volley

Questione di sogni. Più grandi li hai, più in alto potrai volare. Monterotondo riprende il suo volo da dove lo aveva interrotto, nel match pre-natalizio in casa della Roma XX. Una gara sfortunata quella prima delle vacanze, persa 3-2 dopo averla condotta senza dubbio nei primi due set. Ieri, invece, Tomei e compagni hanno suonato tutt’altra musica: 3-0 contro la corazzata Green Volley, giocando una pallavolo spettacolare e limitando tutte le bocche da fuoco della formazione neroverde. In vetta alla classifica della Serie C c’è di nuovo la Volley Team e stavolta si trova da sola.

Savino Guglielmi ha schierato Paolucci in palleggio, Bernabè opposto, De Gattis e Santi schiacciatori, Tomei e Grippo al centro e Orsolini-Marcelli nel ruolo di libero. Ma durante la gara ha ruotato uomini e cercato, spesso, la soluzione vincente dalla panchina come hanno dimostrato gli ingressi decisivi di Ricci e Martinoia.

Il primo set è una girandola di emozioni. Monterotondo si trova a rincorrere fin dall’inizio, ma aggancia il Green Volley sul 16-16. Skoreiko, però, si dimostra uno dei giocatori più forti del campionato e il suo carisma trascina i compagni: gli ospiti si portano prima sul 18-22, poi sul 20-24. Sembra finita, ma in quel momento la gara prende una svolta improvvisa e decisiva: Tomei diventa una sentenza al servizio, il muro si alza e domina (grande l’impatto di Martinoia) e Ricci non sbaglia un colpo. Il risultato? Una clamorosa rimonta: da 20-24 a 26-24.

È la scossa di cui la squadra granata aveva bisogno. Spinta da un pubblico entusiasta e caloroso, nel secondo set Monterotondo libera la mente e il cuore e sale in cattedra. Paolucci domina in palleggio, Santi e Ricci si divertono e anche la difesa migliora sensibilmente. Il massimo vantaggio sul 18-10 dimostra che c’è solo una squadra in campo. A quel punto, però, Monterotondo si rilassa e commette un errore grave perché il Green Volley si rifà sotto pericolosamente. Per fortuna, è troppo tardi per sperare in una rimonta: la chiude Martinoia sul 25-21. Il terzo set è un punto a punto entusiasmante. I padroni di casa guadagnano margine (12-8) ma lo perdono e un errore di Bernabè in attacco riporta il match in parità (13-13). Con gli attacchi di Da Silva i romani tornano in vantaggio e allungano (16-19), ma come nel primo set la rimonta degli uomini di Guglielmi è a dir poco spettacolare. Termina 26-24, con l’ultimo punto che arriva dopo uno scambio infinito ed emozionante. Vince Monterotondo e conferma la legge del palazzetto, un teatro dei sogni dove tutto – anche la rimonta più impensabile – può diventare realtà.

SERIE C, 11a giornata: Volley Team Monterotondo – Green Volley 3-0 (26-24, 25-21, 26-24)

Volley Team Monterotondo: Bernabè, De Gattis, Grippo, Marcelli, Marinucci, Marsano, Martinoia, Orsolini, Paolucci, Pietrangeli, Ricci, Santi, Tomei. All. Guglielmi. Vice All. Marcelli. Dirigente: Diamanti

Green Volley: Birilli, Buttari, D’Amico, De Santis, Fabio, Focarelli, Fontanesi, Goracci, Horshkov, Mastracchi, Nicodemo, Parisi, Da Silva, Pratesi, Skoreiko. All. Pagliuca. Vice All. De Carlo

Arbitri: Sara Ciampanella, Letizia Giacomi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *