Il tie break tradisce Monterotondo all’esordio in Serie B

È mancato il pubblico e quella spinta decisiva che il palazzetto di Monterotondo ha sempre saputo dare ai suoi ragazzi. Non è mancato il coraggio, quello la squadra di Savino Guglielmi l’ha messo in campo per 2 ore e mezza in un esordio in Serie B indimenticabile, ma che coincide purtroppo con una sconfitta al tie break contro la Lazio Pallavolo.

Senza tifosi a causa delle porte chiuse (presente l’assessore allo sport, Alessandro Di Nicola), la formazione di casa parte con il freno a mano tirato ma tiene comunque il passo dei biancocelesti fino alle battute finali del primo set. La Lazio scappa via sul 16-20 e non si volta più indietro, conquistando il parziale con il punteggio di 18-25. Guidati dal grande ex Del Mastro, le aquile sono più concentrate in difesa e scavano un solco soprattutto al centro, sfruttando al meglio i primi tempi innescati dall’ispiratissimo alzatore Valenti.

Monterotondo ritrova le sue certezze in attacco nel secondo set, quando sale in cattedra l’opposto Roberto Perez. Le battute di Pietrangeli, gli attacchi di Ricci e la solidità a muro e in attacco di Hoxha e Martinoia permettono ai granata di creare il primo break dal 9-9 al 12-9 (il massimo vantaggio arriva sul 21-15) per poi amministrare il vantaggio fino al 25-20. Nel terzo set meglio la Lazio – Del Mastro e l’opposto Mestriner fanno la differenza – che mantiene sempre dai 3 ai 5 punti di margine nonostante un buon avvio di Monterotondo. Finisce 19-25. La formazione di Arianna Di Vanno inizia meglio anche il quarto set. Ma Monterotondo, anziché abbattersi, offre una grande dimostrazione di carattere attingendo risorse dalla panchina: Tomei al centro e Santi in posto 4 danno la scossa, permettendo a Monterotondo prima di recuperare lo svantaggio (da 16-19 a 19-19), poi di resistere all’onda d’urto biancoceleste e infine di mettere la freccia negli scambi conclusivi (25-23), regalandosi la possibilità di conquistare la prima vittoria. Perez e compagni, però, arrivano al tie break con il fiato corto. Al cambio campo è avanti la Lazio 7-8, Monterotondo non molla e risale la china sul 12-11 ma poi commette qualche errore di troppo nel finale. L’inerzia del match cambia ancora (si passa da 12-11 al 12-14) e gli ospiti portano a casa il successo chiudendo sul 13-15. Monterotondo inizia la sua storia in Serie B con una sconfitta che sa di occasione sprecata, ma che non ridimensiona le ambizioni né le certezze di un club nato per competere sempre ad alti livelli.

“Siamo una neopromossa – ha dichiarato l’allenatore Savino Guglielmi a fine partita – dobbiamo essere umili e continuare a lavorare. Sono comunque soddisfatto della prestazione. Questa prima partita, contro una squadra molto esperta come la Lazio, ci ha dimostrato che questo campionato ce lo siamo meritato. Peccato per il tie break perso e per il punto lasciato per strada, ma la nostra stagione inizia qui”.

Volley Team Monterotondo – Lazio Pallavolo 2-3 (18-25, 25-20, 19-25, 25-23, 13-15)

Volley Team Monterotondo: Santi, Perez, Martinoia, Paolucci, Petri, Cornelio, Balducci, Pietrangeli, Tomei, Ricci, Bernabè, Hoxha. All. Guglielmi. Vice All. De Gattis

Lazio Pallavolo: Del Mastro, Valenti, Mestriner, Bianchi, Micocci, Massetani, Buongiorno, Fornaro, Spampinato, Cirino, Pietrobono, Recupito, Cirillo, Borraccino. All. Di Vanno

Arbitri: Luppi di Latina e Paris di Ferentino

Rivedi la partita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *