Serie C. Andrea Pietrangeli è il primo colpo: “Faremo le cose in grande”

pietrangeli-presentazione

SERIE C – Dopo la conferma dello staff tecnico, con Savino Guglielmi primo allenatore e Daniele Quaglini suo vice, la Volley Team Monterotondo ufficializza il primo colpo per la nuova Serie C: Andrea Pietrangeli, palleggiatore romano classe 1984. Pietrangeli arriva a Monterotondo dopo aver giocato tanti campionati in C, B2 e B: cresciuto nelle giovanili di Roma 7, in carriera il regista ha vestito le maglie di Casal Bertone (C e B2), Orte (B2), Tivoli (B2), Monteporzio (C e B2 l’anno successivo) e Roma Volley nell’ultima stagione con la Serie B unificata. Arriva da una categoria superiore ed è pronto a scrivere un’altra pagina di storia della Volley Team Monterotondo

Benvenuto Andrea, descriviti in 3 aggettivi…

“Direi serio, professionale ed equilibrato. Mi impegno tanto, in allenamento come in partita e sono un tipo che ama porsi degli obiettivi e cerca in tutti i modi di raggiungerli”

Come nasce la tua passione per la pallavolo e per il ruolo di palleggiatore?

“Ho iniziato a giocare a 15 anni, mi ha portato sulla strada del volley il mio professore di educazione fisica a scuola. Prima facevo nuoto. Amo la pallavolo, la mia è davvero una grande passione e col tempo mi sono innamorato di questo ruolo. Perché? Ti permette di tessere le fila della squadra, di gestire il gioco, di distribuirlo e a volte anche di cambiare idea a giocata in corso. E’ un ruolo al tempo stesso di costanza e di imprevedibilità”

Perché hai scelto la Volley Team Monterotondo?

“Ho sposato questo progetto perché ci credo con tutto me stesso. Qui c’è una società seria e lungimirante che vuole fare le cose in grande senza bruciare i tempi e che vuole puntare sulla crescita dei giovani. Sono qui anche per aiutare i più piccoli, per fare loro da guida verso la pallavolo di alto livello. E poi c’è un grande allenatore come Savino Guglielmi che ho avuto già modo di conoscere. Monterotondo è una grande realtà del panorama pallavolistico nazionale e regionale. E poi il palazzetto dello sport è davvero un impianto favoloso: a Roma non ce ne sono di così belli”

Ti piace lavorare coi giovani?

“Molto e qui c’è davvero materiale importante da cui partire. Farò parte di un gruppo di giocatori che andrà dai 16 anni ai 34-35. Un bel mix, ma l’obiettivo di tutti è lavorare per permettere ai più giovani di crescere e di esplodere. Siamo qui per loro, per lavorare insieme e dar loro consigli e suggerimenti. Lo scorso anno hanno giocato titolari in Serie C un 2000 (Marsano) e un 2001 (Orlando). Non sono solo chiacchiere, il progetto giovani qui c’è davvero”

Conosci già qualcuno della squadra?

“Sì, conosco Santi, Martinoia, Grippo e Marcelli del vecchio gruppo. So che arriveranno altri rinforzi. Spero che il mio ambientamento duri poco, voglio subito essere al top per aiutare la squadra”

Hai conosciuto mister Guglielmi? Che ne pensi?

“Ci siamo sfidati tante volte sui campi, finalmente mi allena (ride ndr). Ha un approccio molto intenso al lavoro e trasmette passione. E’ un allenatore di esperienza che ha vinto tanto. Non vedo l’ora di iniziare e sono felicissimo di poter lavorare con lui”

La soddisfazione più bella della tua carriera e il sogno che non hai ancora realizzato…

“I tre anni a Tivoli sono stati il periodo più bello della mia carriera da giocatore, ma sono convinto che qui a Monterotondo posso rivivere un’avventura altrettanto entusiasmante. Il sogno è vincere la Serie B, mi manca solo quella”

Obiettivi per questa stagione?

“Vediamo, lavoreremo passo dopo passo sperando di toglierci tante soddisfazioni. Vogliamo fare un campionato di alta classifica”

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *